Laureati Luiss, un prestigio internazionale

di GIOVANNI ALVARO
L’«Associazione Laureati Luiss» (ALL), fondata nel 1986 per continuare a coltivare contatti e rapporti cresciuti durante gli anni di studio, è un luogo d’incontro e di progetto per tutti gli ex studenti. Con l’obiettivo della crescita e della valorizzazione dei suoi associati, oltre che del consolidamento del rapporto tra gli ex allievi e l’Ateneo: i diversi network professionali, il Mentoring Program che coinvolge oltre 500 professionisti e studenti dell’ultimo anno e il career counseling dedicato ai laureati con esperienza – sono alcune delle iniziative della thinking community degli Alumni LUISS.
Dopo l’inaugurazione londinese della scorsa primavera, ALL prende nuovamente il volo e questa volta parla francese. L’avventura del «Club Alumni» della nostra università ha fatto una duplice tappa in due tra le più importanti capitali dell’Unione europea. Mercoledì 27 si è partiti dal cuore delle istituzioni internazionali, Bruxelles. In questa cornice gli Alumni si sono riuniti per incontrare un loro ex collega di prestigio internazionale, Dario Scannapieco, attuale vicepresidente della Banca europea per gli investimenti (BEI) e Presidente del Fondo europeo degli investimenti (FEI), laureato presso la facoltà di Economia e commercio del nostro ateneo col massimo dei voti.

La visita del numero due della BEI ha un duplice significato. Scannapieco ha infatti deciso di prendersi una giornata di “permesso” dai suoi innumerevoli impegni proprio per portare una testimonianza di valore aggiunto a tutti coloro che, pur avendo costruito una brillante carriera all’estero, non dimenticano la propria università e continuano a coltivare i rapporti con gli ex compagni e ad aver cura delle loro radici accademiche.
Ad arricchire l’evento di prestigio istituzionale, oltre a Dario Scannapieco, anche l’ingegner Barbara Poggiali,  vicepresidente della LUISS, e il professor Gian Maria Gros Pietro, già ordinario di Economia industriale presso il nostro ateneo, recentemente nominato nel Cda e al vertice della Fondazione Banca Intesa San Paolo.
Prima della cena, alle 18.30, tutti e tre i protagonisti della serata hanno incontrato – con un press stop appositamente organizzato – i giornalisti e i corrispondenti della stampa italiana ed estera presso il Parlamento europeo. Al termine dell’incontro, l’atmosfera si è fatta glam e i membri del Club Alumni psi sono potuti rilassare apprezzando la buona cucina in una cena informale che prevede uno speech agli Alumni presenti e del vicepresidente della BEI.
Dopo il passaggio a Bruxelles, ALL ha inaugurato il Club Alumni a Parigi, all’ombra della Tour Eiffel, giovedì 28 novembre alle 18 presso l’Istituto Italiano di Cultura, in rue de Grenelle. Per l’occasione sono intervenuti il nostro rettore Massimo Egidi, l’ingegner Poggiali, Ruggero Parrotto (presidente ALL); e poi Marc Lazar, professore di Storia contemporanea in LUISS e a Sciences Po; Jacques de Larosière, chairman dello «Strategic Committee of the French Treasury».

Insomma, l’affermazione professionale degli ex -alunni è una testimonianza importantissima, un incoraggiamento a proseguire con entusiasmo nella formazione accademica. Anche in un momento di forte incertezza come quello attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *