Studenti, ma prima di tutto cittadini: a Villa Ada è possibile

 di ROBERTO ZAMBIASI
 Il prossimo 26 giugno presso il Tempio di Flora a Villa Ada si terrà “ReinventAda+”, esempio di rigenerazione condivisa promosso da LabGov, “Laboratorio per la Governance dei beni comuni” (nato in collaborazione con la nostra università e Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà), e dal circolo di promozione sociale e culturale “La Calzoleria” di via Prenestina 28.
L’evento, sulla scia del precedente “ReinventAda”, tenutosi  il 25 ottobre scorso, prevede la ripulitura di un bene culturale e artistico di grande pregio quale il Tempio di Flora, fatto costruire nel ‘700 dall’allora proprietario della tenuta, il conte Pallavicini.
Il Tempio, vero e proprio gioiello di uno dei parchi più amati della Capitale, porta i segni delle intemperie e dell’età ormai ragguardevole, nonostante ripetuti interventi di restauro promossi dalle istituzioni. Alla prima parte del pomeriggio, consistente nella vera e propria attività di ripulitura promossa dai “Labovers”, farà seguito la presentazione di una proposta per un Patto di Collaborazione per la governance condivisa di Villa Ada. A conclusione di questo momento il prof. Sebastiano Maffettone, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche della nostra università, farà una readingfilosofica.
Seguirà  un momento di animazione culturale dal nome Intimismi a cura de La Calzoleria. Due gruppi indipendenti della scena romana, Marcello e il mio amico Tommaso e  Luca Bertelli suoneranno in acustica a partire dalle 17:30.
Inoltre il collettivo artistico  “Urban Decorations” parteciperà con una esibizione di  “live painting” dell’artista Lorenzo Properzi.
Alle attività presenzierà anche l’on. Michela Di Biase, presidente Commissione Cultura, Politiche Giovanili e Lavoro dell’Assemblea Capitolina e il dott. Giovanni Lo Storto, Direttore Generale della nostra Università e Agnese Micozzi, Assessore alla Cultura del II Municipio.
Madama Louise, giornale da sempre attento alla promozione della attività culturali e sociali che le associazioni dell’Università portano avanti, è felice di invitare tutti gli studenti dotati di buona volontà a questo imperdibile appuntamento, che inizierà alle 14:00 del 26 giugno presso Villa Ada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *