“La patria si serve anche tagliando i capelli,, – Italia : medaglia d’argento ai mondiali di Seul

Spesso, specie negli ultimi tempi, si sente provenire dall’opinione pubblica un eco di pessimismo, quasi di vergogna. Non si sente che parlare male dell’Italia e, a ragione o a torto, di quanto le infrastrutture e le istituzioni siano inadatte, di quanto il nostro paese sia indietro.

Ebbene, noi riteniamo che sia arrivata l’ora di parlare di ciò che funziona, in Italia; delle piccole o grandi persone che, nel bene o nel male, riescono nel loro piccolo, con fatica, umiltà e passione, ad onorare il tricolore nella loro vita quotidiana.

Orbene, tra il 25 e il 26 Marzo di quest’anno, si sono svolti a Seul, capitale della Corea del Sud, due squadre di giovani professionisti azzurri hanno dimostrato tutta la potenzialità e bravura che caratterizza il nostro paese in quello che uno dei settori più antichi ed evoluti dell’artigianato: l’arte dell’acconciatura.

13054948_10207425510648608_1892892267_oAi mondiali d13064020_10207425545489479_1703109010_oi Seul, che hanno visto competere più di 1600 parrucchieri di oltre settanta diverse nazioni, le squadre italiane dell’A.N.A.M. (Accademia Nazionale degli Acconciatori e Modellisti) si sono aggiudicate la medaglia d’argento nella categoria “day style” e “evening style” dell’acconciatura femminile.

Tale risultato è stato frutto di un duro allenamento, tenutosi in diverse regioni italiane. “Abbiamo fatto le prove di acconciatura da giorno e sera” ci racconta Gianluca Ciaralli, giovane   vice-campione del mondo ai suddetti mondiali, dal suo negozio in Via Alessandro Poerio, nel quartiere di Monteverde a Roma, che continua: “Con orgoglio ho rappresentato il mio Paese ed è stato stupendo raggiungere la medaglia d’argento dietro i padroni di casa, favoriti d’obbligo. Ho gareggiato, pur avendo solo 24 anni, anche con la convinzione di rappresentare quei tanti miei coetanei che, come me, dimostrano di avere passione e forza, ma che spesso non trovano il modo giusto per raggiungere i propri obiettivi”.

È stata senza dubbio un’impresa ammirevole, che dà lustro e dimostra l’indiscutibile qualità dell’artigianato italiano. Conclude il giovane Gianluca: “Per raggiungere i propri obbiettivi bisogna avere innanzitutto determinazione, coraggio e passione oltre i limiti perché solo cosi si realizzano i propri sogni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *