Viaggio di un sogno, dal cassetto al web

23 - Io scrivo italiano“Io scrivo italiano” (www. ioscrivoitaliano.it/microblog) è un progetto che avevo nel cuore da tempo  ma nella vita, come spesso accade,  si è  fagocitati dal tram tram quotidiano; così ti racconti giorno dopo giorno che  aprirai quel cassetto delle belle intenzioni,  che riuscirai a fermarti  un attimo e a metter mano a quel che più ami.
Il tempo scorre impietoso ma la buona notizia è che arriva un punto in cui smetti di indugiare e  il tuo pensiero diventa azione.

Ed eccolo qui il mio piccolo sogno: affaticato da un’attesa paziente ma non logorato, anche se il suo viaggio dal cassetto al web è stato lungo e difficile.

Ho fatto questa premessa perché il primo messaggio che vorrei dare agli studenti e a chiunque legga questo pezzo è che dentro ognuno di noi c’è l’embrione di un’idea, dobbiamo solo darle ascolto.
Detto  questo, grazie al gentile invito del Direttore di questo giornale, Luca Bellardini,  vi parlerò un po’ più nel dettaglio del microblog che ho creato.

L’idea di fondo è che sapere scrivere italiano è ancora un talento se unito ad una formazione digitale.
Se volete, potete vederla come una sorta di riscatto sociale per tutti i laureati in materie  umanistiche che per anni si sono sentiti dire che la loro laurea non valeva nulla!

Ma perché #microblog?

  • Perché si ha poco tempo  per cercare e ci si annoia a fare scrolling!
    La ricerca delle informazioni è spesso  un’attività collaterale, non di rado si incastra in un’altra attività principale per cui desideri trovare velocemente delle info.
    Per questo ho pensato di creare delle piccole mappe ipertestuali già confezionate per i miei lettori  che anticipano potenzialmente le loro esigenze.
  • Perché  la percentuale di persone che leggono da mobile è in continuo aumento.
  • Perché un bignami sul web con consigli pratici sulla scrittura digitale offre la possibilità di prendere subito confidenza con gli attrezzi del mestiere.

Saper scrivere in italiano è la premessa fondamentale per molte delle nuove professioni nate grazie al web! Solo per citarne qualcuna e spiegarla in breve:

  • Blogger
    Realizza contenuti fruibili su uno specifico argomento, seleziona news interessanti  che condivide, twitta e posta.
  • Web writer
    Scrive testi per siti aziendali, blog e social network.
  • Content curator
    Seleziona e aggrega notizie filtrandole in base ai propri obiettivi.
    È un’attività che nel piccolo facciamo tutti, per esempio quando condividiamo con commento una news scovata su un giornale on line.
  • Transmedia web editor
    Crea contenuti transmediali  ossia contenuti che siano adattabili a più forme mediatiche.
  • Digital PR
    Oltre a scrivere contenuti di qualità sviluppa e gestisce le relazioni on line al fine di creare sempre nuove opportunità per il proprio brand.
  • Community manager
    Produce, incrementa e disciplina la comunicazione.

Come potrete leggere sul blog, il  mio è stato un cammino paziente: piccoli contributi on line con giornali, radio, blog  per arrivare a collaborazioni prestigiose come Master24 del Sole 24 ore o più propriamente giornalistiche con The Magazine Post, sino all’approdo nel marzo del 2008 all’Università LUISS Guido Carli.

A breve terrò un seminario in Ilab LUISS sulla scrittura digitale e sul social media management, sarà possibile prenotarsi online sul sito del laboratorio LUISS.
Vi anticipo che durante il seminario si imparerà a utilizzare il monitoraggio sia come strumento di controllo della web reputation che come  fonte per creare contenuti.
Si parlerà di  Content curation, delle  regole della scrittura per il  web e i social, degli alleati dell’ipertesto: foto, video, microtesti, shortlink,  degli strumenti per la ricerca e la modifica delle immagini.
Tutte rigorosamente  open source!
La partecipazione al corso è gratuita bisogna solo registrarsi , vi aspetto numerosi nel  frattempo se vi va potete seguirmi sui principali social network:

LinkedInFacebookTwitterGoogle+

 

CioceRITA CIOCE  

Esperta di scrittura digitale e new media

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *