ultimi articoli

Steve Jobs: come un insegnante può salvarti la vita

A cura di Elio Simone La Gioia Il punto di partenza di una storia è sempre un nome e...

Colui che rese i battiti, melodie

A cura di Greta Di Cicco 16 dicembre 1770. Esattamente 270 anni fa nasceva Ludwig Van Beethoven. Sin da...

Brexit: a che punto siamo?

A cura di Daniele Santaroni Alle 00.00 del 31 gennaio 2020 a Bruxelles, nell’aula del Parlamento Europeo, è andato...

“Milangate” and the question about financial transparency in football: is Elliot really AC Milan’s owner?

A cura di Francesco Saverio Miliani Eighteen National Championships, seven Champions’ Leagues, five National...

Colui che rese i battiti, melodie

A cura di Greta Di Cicco

16 dicembre 1770. Esattamente 270 anni fa nasceva Ludwig Van Beethoven. Sin da bambino fu evidente il suo atteggiamento tetro e sospettoso, suscettibile e misantropo. Aveva eccessi di collera insensata e nell’ abitazione in cui viveva da scapolo, non c’erano servitori disposti a tollerare il suo nervosismo. Autore di meravigliose opere, a Beethoven dobbiamo la creazione de “L’ Eroica”, sinfonia in mi bemolle, che all’inizio sconcertò il pubblico e la critica, tanta era la novità che racchiudeva. La Sinfonia n. 5 è forse l’opera che meglio rappresenta il temperamento tumultuoso dell’artista. Il quarto tempo della Sinfonia n. 9 in re maggiore contiene le note dell’Inno alla Gioia, proprio quelle dell’inno dell’ Unione Europea. Tra le sonate ricordiamo “Chiaro di Luna” e la celeberrima “Per Elisa”.

Come è comunemente risaputo, già intorno ai trent’anni Beethoven dichiarava di avere difficoltà a sentire i discorsi di persone che parlavano a bassa voce ed il senso di prostrazione derivato da tale disagio, lo portò a tentare il suicidio. Nel 1819, Beethoven era completamente sordo, ma ciò non gli impedì di comporre: la celebre Sinfonia n.9 con l’ Inno alla gioia fu scritta proprio nel 1824.

Beethoven fu sfortunato in amore, si innamorò due volte. Alla sua morte fu ritrovata una lettera dedicata alla sua “amata immortale”, donna la cui identità è tuttora ignota… e così probabilmente rimarrà. Sia come sia, il suo ideale di amore totalizzante, l’energia propulsiva della vita che si può cogliere nelle sfumature di un viso di donna, traspare dalle sue note. Egli riuscì a trovare nella musica ciò di cui la vita lo stava lentamente privando. Secondo l’ipotesi di alcuni ricercatori, molte delle composizioni del musicista rifletterebbero le aritmie cardiache di cui è verosimile soffrisse. Sembra proprio che i motivi ritmici della sua musica fossero trasposizione delle irregolarità del suo cuore.

Il musicista è l’ennesimo esempio di artista capace di trasformare le proprie fragilità in arte in grado di eternarsi. La musica era dentro Beethoven, si muoveva come un fiume in piena nella sua anima creatrice e così fu riversata sulle note di un pentagramma. La sua musica resta meravigliosa perché nata protetta dal muro esterno del progressivo dissolversi dei suoni che allontanava il compositore dal mondo circostante, ma lo avvicinava al suo universo interiore. Beethoven riuscì a far suonare il silenzio, ritraendo in musica le sue aritmie, rendendole così eterne melodie.

Latest Posts

Steve Jobs: come un insegnante può salvarti la vita

A cura di Elio Simone La Gioia Il punto di partenza di una storia è sempre un nome e...

Colui che rese i battiti, melodie

A cura di Greta Di Cicco 16 dicembre 1770. Esattamente 270 anni fa nasceva Ludwig Van Beethoven. Sin da...

Brexit: a che punto siamo?

A cura di Daniele Santaroni Alle 00.00 del 31 gennaio 2020 a Bruxelles, nell’aula del Parlamento Europeo, è andato...

“Milangate” and the question about financial transparency in football: is Elliot really AC Milan’s owner?

A cura di Francesco Saverio Miliani Eighteen National Championships, seven Champions’ Leagues, five National...

DA NON PERDERE

ROSATELLUM BIS: COSA E’, COME FUNZIONA MA, SOPRATTUTTO, COME SI VOTA

a cura di Eva Marcialis   La legge n. 165 del 3 novembre 2017, nota come Rosatellum bis (ma anche semplicemente Rosatellum), è la nuova legge...

Students Around The World 2.0

a cura di Antonio Castellana Soldano L’esigenza di esplorare è una condizione inconscia, ognuno di noi percepisce pressante l’esigenza di spingersi oltre la conoscenza del...

ISIS: una minaccia che ci condiziona

a cura di Angela Pastore     Oggi i cittadini del mondo intero si trovano a dover fronteggiare una costante minaccia da parte dello Stato Islamico che colpisce...

Orfani, poveri ed ignoranti.

a cura di Emanuele Ferretti   Ho appena finito di parlare con gli amici al Baretto della disfatta contro gli svedesi. La maggior parte di noi non...

Lettera dall’Ambiente

a cura di Nicola Marianecci   Mille fiori posso regalarti, tramonti e cieli stellati, ho saputo tirar fuori il meglio di te, ti ho strappato rime che non sapevi...